Catalogo > Anno 2005

CARNEVALE: Carnevale di Viareggio 2005 'Dalle stelle alle stalle'


Una leggenda narra di un sovrano che volendo conoscere la reale opinione del suo popolo, chiese al consigliere come fare per esser sicuro che questi non mentissero, cosi' il consigliere disse al sovrano: "offri un cavallo a colui che ti dirà la verità affinchè possa fggire lontano.."

Da secoli i potenti amano il carnevale ed i suoi giullari solo quando vengono adulati o si fa ironia sull'aria fritta, ma quando il giullare si attarda sugli aspetti tragici del potere, allora è forse meglio che abbia un cavallo per fuggire?

questo non accade ai giorni nostri dove la pluralità d'informazione sono cosi' ben tutelate .. basta pensare che davanti alla RAI c'è un cavallo accasciato e a Mediaset un Cavaliere..

Da alcuni anni giullari e menestrelli si son fatti sempre piu' rari.

avvolti nel limbo stellato dell'etere, la lista si fa lunga, la satira piu' rufiana, si ride male e si digerisce peggio.

Il cavallo, animale che affianca l'uomo da sempre è per noi simbolo di libertà emozioni ed armonia, l'opposto ad ogni forma di censura e violenza.
La gente di cavalli non ha colore ne confini è il cavallo che ha  unito i popoli rendendo possibile il piu' grande dei viaggi: intorno e dentro all'uomo.

la compagnia del carnevale vuole regalare un cavallo a tutti i Giullari affinchè ritornino senza timore ad esprimere una parola Libera.

A CAVAL DONATO NON SI GUARDA IN BOCCA... SPECIE SE STA RIDENDO..